rischio biologico indoor

La contaminazione biologica delle superfici ad opera di agenti fungini è normalmente associata ad ambienti di lavoro, quali  caseifici, salumifici, cartiere, stalle, serre, ecc., a causa della particolare umidità che li caratterizza, tuttavia non si può escludere che possa anche manifestarsi in ambienti lavorativi indoor, quali scuole e uffici, dove materiali utilizzati per strutture ed arredi (tappezzerie, vernici, colle, legno, materiale cartaceo, piante ornamentali, ecc.) nonchè polvere ed alimenti non adeguatamente conservati possono costituire sorgenti interne per l'accumulo ed rilascio di tali contaminanti.

Interpello in materia di sicurezza sul lavoro

Con l'interpello n.1/2017 la Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro fornisce in merito alla corretta applicazione dell’articolo 23 del D.Lgs. n. 81/2008 anche alla luce della sentenza della Cassazione Penale, Sez. 3, 01 ottobre 2013, n. 40590 che definisce lecita la "vendita di un macchinario privo delle necessarie condizioni di sicurezza" purchè " ceduto per essere riparato" ad "un rivenditore di tale tipologia di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuale o impianti, ovvero" ad "un soggetto che si occupa di revisione e messa a norma degli stessi".

sicurezza sagre e manifestazioni pubbliche

Con una propria nota il Ministero dell'Interno ha dato diffusione ad un documento inerente le indicazioni tecniche di prevenzione incendi per l'installazione e la gestione di mercati su aree pubbliche con presenza di strutture fisse, rimovibili e autonegozi realizzato a cura di un gruppo di lavoro composto da rappresentanti del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, del Comitato Italiano Gas, di Federchimica - Assogasliquidi e dell'Associazione Nazionale Venditori Ambulanti.

gestione rifiuti - bitume

Entrerà in vigore il 3 luglio prossimo il Decreto Ministeriale n. 69 del 28 marzo 2018 recante disciplina della cessazione della qualifica di rifiuto di conglomerato bituminoso ai sensi dell'articolo 184-ter, comma 2 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

In applicazione al citato articolo del testo unico ambientale vi è la possibilità per un rifiuto di cessare di essere tale quando, dopo essere stato sottoposto ad un azione di recupero, purchè:

ammende sicurezza sul lavoro

Pubblicato in gazzetta ufficiale e sul sito dell'Ispettorato Nazionale del lavoro il Decreto Direttoriale n. 12 del 6 giugno 2018 avente ad oggetto la "Rivalutazione sanzioni concernenti violazioni in materia di salute e sicurezza".
Considerata la variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo riferita al periodo 2013- 2018 viene fissato a 1,9% l'incremento per le ammende previste con riferimento alle contravvenzioni in materia di igiene, salute e sicurezza sul lavoro e le sanzioni amministrative pecuniarie previste dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 nonché da atti aventi forza di legge.

sicurezza sul lavoro e alimentazione

Una nuova scheda informativa redatta a cura dell'INAIL affronta l'importantissima relazione che sussite tra alimentazione e lavoro soffermandosi sulla rilevanza di questo fattore nell'insorgenza di alcune malattie croniche non trasmissibili (cardiovascolari, dismetaboliche, tumori).

Tool valutazione dei rischi

Disponibile sulla piattaforma OiRA lo stumento interattivo online di valutazione dei rischi per gli uffici.

In applicazione dell’articolo 29 comma 6 quater del Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro, il quale definisce la necessita di individuare strumenti di supporto per la valutazione dei rischi, tra cui gli strumenti informatizzati secondo il prototipo OiRA, è stato realizzato dal gruppo di lavoro nazionale ed approvato dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro il tool di valutazione dedicato al settore uffici.

Pubblicato sul sito dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro il testo aggiornato del D.Lgs. 81/2008 coordinato con i successivi ulteriori decreti integrativi e correttivi.
Il testo riporta un quadro complessivo delle principali normative in materia di salute e sicurezza sul lavoro e degli interpelli e circolari ad esso correlate.
L'aggiornamento del documento annovera le seguenti novità:

incendioIl Ministero dell'Ambiente ha pubblicato un importante circolare contenente le “Linee guida per la gestione operativa degli stoccaggi negli impianti di gestione dei rifiuti e per la prevenzione dei rischi”.

Visti i diversi incendi che nell'ultimo periodo hanno coinvolto diversi impianti di gestione dei rifiuti le linee guida in oggetto definiscono i criteri operativi e le buone pratiche utili per una gestione ottimale degli stoccaggi negli impianti che gestiscono rifiuti con lo scopo inoltre di fornire, a tutte le autorità in grado di eseguire attività di controllo, adeguati strumenti anche per verifiche di tipo più speditivo.

valutazione rischio incendioCon la circolare 1/2018 del dell’ 11/01/2018 l'Ispettorato del Lavoro fornisce importantissime indicazioni operative in merito allo svolgimento diretto del datore di lavoro dei compiti di addetto al primo soccorso ed adetto antincendio ossia sulla corretta applicazione dell'art. 34 comma 1 del testo unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Dopo la recente abrogazione della possibilità da parte del datore di lavoro di svolgere i compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione incendi e di evacuazione, solo nelle imprese o unità produttive fino a cinque lavoratori, l'Ispettorato del Lavoro chiarisce come l'assunzione diretta da parte del Datore di Lavoro del ruolo di addetto al primo soccorso e di addetto antincendio