×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 506

ministero ambiente

Ancora una volta a fine anno con il Decreto Legge n.244 del 30 dicembre 2016, Milleproroghe, si determina un'ulteriore slittamento dell'applicazione a pieno regime del SISTRI ("SIStema di controllo della Tacciabilità dei RIfiuti") per la gestione dei rifiuti.

Quest'anno tuttavia i termini dello slittamento sono differenti.
Infatti mentre nel testo dei passati Decreti Legge si fissava quale termine della proroga una data specifica (es. 31 dicembre 2016), il milleproroghe 2017 fissa la proroga nei seguenti termini: "Fino alla data del subentro nella gestione del servizio da parte del concessionario individuato con le procedure di cui al comma 9-bis, e comunque non oltre il 31 dicembre 2017."

Oggetto della proroga in materia di gestione dei rifiuti sono:

  • l'applicazione dei tradizionali strumenti cartacei per la gestione e registrazione dei rifiuti (formulari, registri di carico e scarico e MUD) cui dovranno essere affiancati altresì gli strumenti informatici introdotti con il SISTRI. Continua pertanto anche per il 2017 il cosiddetto regime del "doppio binario";
  • le sanzioni per la mancata applicazione del sistema informatico SISTRI;
  • l'applicazione in misura ridotta del 50% delle sanzioni relative alla mancata iscrizione e al mancato versamento della quota annuale.

Leggi il testo integrale del Decreto Legge n.244 del 30 dicembre 2016