×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 541

consulente gestione rifiuti RomaPubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM del 24 aprile 2014 "Disciplina delle modalità di applicazine a regime del SISTRI del trasporto intermodale nonchè semplificazione delle categorie di soggetti obbligati ad aderire, ex articolo 188-ter comma 1 e 3 del decreto legislativo n. 152 del 2006" il quale indroduce un'importante semplificazione in materia di gestione dei rifiuti.

Infatti l'articolo 1 declina il seguente elenco degli enti e delle imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi obbligati ad aderire al SISTRI:

  • gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi da attività agricole ed agroindustriali con più di 10 dipendenti, esclusi, indipendentemente dal numero dei dipendenti, gli enti e le imprese di cui all'art. 2135 del codice civile (imprenditori agricoli) che conferiscono i propri rifiuti nell'ambito di circuiti organizzati di raccolta, ai sensi dell'art. 183, comma 1, lettera pp) del d.lgs. 152 del 2006;
  • gli enti e le imprese con più di dieci dipendenti, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi di cui all'art. 184, comma 3, lettere b), c), d), e), f) ed h), del d.lgs. n. 152 del 2006 e successive modificazioni ed integrazioni;
  • gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che effettuano attività di stoccaggio di cui all'art. 183, comma 1, lettera aa), del d.lgs. n. 152 del 2006;
  • gli enti e le imprese che effettuano la raccolta, il trasporto, il recupero, lo smaltimento dei rifiuti urbani nella regione Campania;
  • gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi da attività di pesca professionale e acquacoltura, di cui al d.lgs. 9 gennaio 2012, n. 4, con più di dieci dipendenti, ad esclusione, indipendentemente dal numero dei dipendenti, degli enti e delle imprese iscritti alla sezione speciale "imprese agricole" del Registro delle imprese che conferiscono i propri rifiuti nell'ambito di circuiti organizzati di raccolta, ai sensi dell'art. 183, comma 1, lettera pp) del d.lgs. 152 del 2006.

Per tutti gli altri soggetti non annoverati in questo elenco e che non scelgono di aderire volontariamente al SISTI permangono gli adempimenti relativi a registri di carico e scarico e formulari.

Il DM inoltre fissa al 30 giugno 2014 la data ultima in pagamento degli oneri contributivi annuali per i soggetti tenuti ad aderire al SISTRI.

Consulta il testo del DM del 24 Aprile 2014