Pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro la risposta della Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro al quesito formulato dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri sulla possibilità di riconoscere con un unica sessione formativa crediti validi come aggiornamento di diverse figure professionali tutte inerenti con la sicurezza sul lavoro.

 

Nel dettaglio il richiedente formula ed interoga la commissione su due distinti scenari:

  1. organizzare un unico corso di formazione su sicurezza sul lavoro valido sia quale aggiornamento per RSPP, ASPP e coordinatori per la sicurezza nei cantieri, sia quale aggiornamento per la qualifica di professionista antincendio, ex d.lgs. n. 139/2006 e DM 5 agosto 2011”;
  2. organizzare un'unica attività formativa da un lato valida come corso di aggiornamento per RSPP, ASPP e coordinatori per la sicurezza, e, contemporaneamente, dall’altro lato, quale convegno o seminario di aggiornamento per i professionisti antincendio

La Commissione per gli interpelli nega l'attuabilità di entrambi gli scenari proposti asserendo che:

  1. Sulla base di quanto stabilito nel citato punto 9 dell’Allegato A dell’Accordo in sede di Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie Autonome di Trento e di Bolzano del 7 luglio 2016, la Commissione ritiene che: 1. ai fini dell’aggiornamento per RSPP e ASPP non sia valida la partecipazione a corsi di formazione finalizzati all’aggiornamento di qualifiche specifiche diverse, ad eccezione della partecipazione ai corsi di aggiornamento per formatori per la sicurezza sul lavoro, ai sensi del decreto interministeriale 6 marzo 2013 e a quelli per coordinatori per la sicurezza
  2. non sia possibile che il medesimo evento possa essere configurato sia come corso di aggiornamento che come convegno o seminario

Leggi il testo integrale dell'Interpello n.01/2019 "Corsi di aggiornamento per i professionisti antincendio e corsi di aggiornamento per RSPP e coordinatori per la sicurezza"