COVID-19 Le misure da adottare nelle aziende

Sottoscritto il “Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro” da attuare in tutte le aziende che hanno necessita di mantenere aperta l'attività produttiva e continuare ad erogare servizi professionali.

Il documento contiene le linee guida per consentire alle imprese l’adozione di adeguati, efficaci ed efficienti protocolli di sicurezza anti-contagio essendo necessario coniugare la prosecuzione delle attività produttive con la garanzia di condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle modalità lavorative.

Rimarcando che, al fine di garantire un'adeguata sicurezza sul lavoro, la prima misura di prevenzione del contagio consiste nella temporanea sospensione dell'attività si sottoline che qualora tale misura non sia applicabile è comunque necessario sospendere le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione e fare ricorso il più possibile ad un adeguata organizzazione dell'attività lavorativa.

Tra le principali misure previste dal protocollo si ricorda la necessità da parte del datore di lavoro di garantire e far rispettare quanto segue:

  • garantire l'informazione dei lavoratori;
  • definire le modalità di accesso in azienda per lavoratori e fornitori;
  • assicurare la pulizia e la sanificazione periodica dei luoghi di lavoro (è necessario usare prodotti a base di alcol etilico o cloro);
  • garantire la sanificazione delle superfici delle postazioni di lavoro, delle attrezzature e delle macchine al termine di ogni utilizzo quando le stesse in uso a più lavoratori;
  • contingentare l’accesso agli spazi comuni, comprese le mense aziendali, le aree fumatori e gli spogliatoi, con la previsione di una ventilazione continua dei locali, di un tempo ridotto di sosta all’interno di tali spazi e con il mantenimento della distanza di sicurezza di 1 metro tra le persone che li occupano;
  • garantire la sanificazione periodica e la pulizia giornaliera, con appositi detergenti dei locali mensa, delle tastiere dei distributori di bevande e snack;
  • disporre la chiusura di tutti i reparti e le attività diverse dalla produzione o, comunque, di quelli dei quali è possibile il funzionamento mediante il ricorso allo smart work, o comunque a distanza
  • sospendere ed annullare tutte le trasferte/viaggi di lavoro nazionali e internazionali, anche se già concordate o organizzate;
  • limitare la minimo gli spostamenti all'interno del sito aziendale
  • vietare le riunioni in presenza. Laddove le stesse fossero connotate dal carattere della necessità e urgenza, nell'impossibilità di collegamento a distanza, dovrà essere ridotta al minimo la partecipazione necessaria e, comunque, dovranno essere garantiti il distanziamento interpersonale e un’adeguata pulizia/areazione dei locali;
  • sospendere tutte le attività di formazione in aula.

Si rammenta in oltre che è possibile lavorare senza l'uso di DPI (respiratori, occhiali e guanti di sicurezza) se e solo se sono garantite le distanze di sicurezza (minimo un metro trai lavoratori)

Il documento inoltre sottolinea come possono essere trascurate, sino alla risoluzione dell'emergenza, le sole scadenze relativa all'aggiornamento della formazione dei lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro, mente per i neo assunti permane l'obbligo di procedere alla prima formazione sulla sicurezza sul lavoro, che, essendo vietati tutti i corsi di formazione in presenza, dovrà essere svolta necessariamente in modalità FAD o in videoconferenza.

In ultimo il protocollo la necessità di procedere con le attività di sorveglianza sanitaria rappresentando quest'ultima una ulteriore misura di prevenzione di carattere generale, avendo il Medico Competente, durante la stessa, la possibilità di intercettare possibili casi e sintomi sospetti del contagio nonché di informare e formare i lavoratori sulle corrette modalità per evitare la diffusione del contagio.

Leggi il testo integrale del "Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro"