La gestione dell'amianto presente negli impianti produttivi

gestione amiantoCon l'interpello n.10/2016 la Commissione per gli Interpelli formula interessanti chiarimenti in tema di amianto con particolare riferimento alla gestione dei materiali contenenti amianto presenti all'interno di impianti tecnici e produttivi.

A seguito della cessazione dell'impiego di amianto sancita dalla Legge 257/92 che altresì definiva gli interventi da attuare negli edifici nei quali siano presenti materiali o prodotti contenenti amianto libero o in matrice friabile, il DM 6 settembre 1994 ha regolamentato ed introdotto le metodologie tecniche riguardanti:

Leggi tutto...

Testo Unico - aggiornamento giugno 2015

Testo Unico Sicurezza sul LavoroPubblicato in data 10 giugno 2016 sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali il testo aggiornato del D.Lgs. 81/2008 coordinato con i successivi ulteriori decreti integrativi e correttivi.
Il testo riporta un quadro complessivo delle principali normative in materia di salute e sicurezza sul lavoro e degli interpelli e circolari ad esso correlate.
L'aggiornamento del documento annovera le seguenti novità:

Leggi tutto...

Rischio chimico per i lavoratori nei siti contaminati

rischio chimico siti contaminatiLa Commissione per gli Interpelli risponde ad un istanza di interpello formulata da Utilitalia in merito alle metodiche di valutazione del rischio chimico nei siti contaminati ed in cui sono attive procedure di bonifica.
In particolare si chiede di conoscere se la valutazione del rischio chimico per i lavoratori operanti in siti contaminati ma non direttamente impegati nella attività di bonifica possa essere condotta, conformemente alle prescrizioni previste dagli artt. 28 e 223 del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, secondo il metodo indicato nel Manuale operativo pubblicato dall’lNAIL “Il rischio chimico per i lavoratori nei siti contaminati".

Leggi tutto...

Irregolarità del DURC e sospensione del titolo abilitativo

durcCon l'interpello 1/2016 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali risponde a due quesiti formulati dal Consiglio Nazionale degli Ingnegneri sulla corretta interpretatone da dare ai commi 9 e 10 dell'art. 90 del D.Lgs.81/2008, in tema di obblighi del committente o del responsabile dei lavori e dell’assenza del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) di imprese o lavoratori autonomi nei cantieri.

Leggi tutto...

Sorveglianza sanitaria del lavoratore distaccato

sorveglianza sanitaria RomaCon l'interpello n.8 del 12 maggio 2016 Utilitalia ha formulato un'istanza di interpello per conoscere a chi spetti l'obbligo di attuare la sorveglianza sanitaria di cui all’art. 41 del d.lgs. n. 81/2008 e s.m.i. nel caso di distacco del personale.

Leggi tutto...

Uso in sicurezza del trabattello

uso in sicurezza del trabattelloI trabattelli sono torri mobili costituite da elementi prefabbricati che presentano uno o più impalcati di lavoro e appoggiano a terra permanentemente su ruote destinati ad essere utilizzati nelle lavorazioni nelle quali ci sia la necessità di operare in altezza.
Su tale attrezzatura l'INAIL ha pubblicato due utili documenti destinati a datori di lavoro e lavoratori. 

Leggi tutto...

La formazione dell'impresa affidataria in cantiere

verifica formazione lavoratoriL'art. 97 del Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro attribuisce specifici obblighi al Datore di Lavoro dell'impresa affidataria in cantiere ed in particolare il comma 3-ter del citato articolo prescrive che il datore di lavoro, nonché i dirigenti ed i preposti siano in possesso di adeguata formazione per lo svolgimento delle attività in esso prescritte.

A tal proposito Federcoordinatori (Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza) ha avanzato istanza di interpello per conoscere come il Committente o il Responsabile dei Lavori possa verificare l'adempimento di tale obbligo formativo in capo all'impresa affidataria al fine di ottemperare a quanto prescritto dall'art.100 comma 6-bis del D.Lgs.81/2008.

Leggi tutto...

Comunicazione telematica infortuni e malattie professionali

INAIL comunicazione telematicaIl 22 Marzo è entrato in vigore il D.Lgs. 151/2015 che con l'articolo 21 del modifica l'articolo 53 del DPR n. 1124/65 in materia di comunicazione relativa ad infortuni sul lavoro e malattie professionali.

Le modifiche intervengono attribuendo l'obbligo di denuncia al medico che si occupi di prestare la prima assistenza a un lavoratore infortunato sul lavoro, il quale provvede alla trasmissione del certificato telematico all'istituto assicuratore contestualmente alla sua compilazione.

Il principale cambiamento interessa infatti il settimo comma dell'art.53 del citato DPR che è integrato con quanto segue:

Leggi tutto...

La tutela del lavoratore distaccato

sentenza di cassazione sicurezza sul lavoroCon la sentenza n. 31300 del 22 luglio 2013 la Corte Suprema di Cassazione ha fornito alcuni importanti chiarimenti in materia di tutela del lavoratore distaccato.

L'articolo 3 comma 6 del Testo unico in materia di sicurezza sul lavoro (D.Lgs.81/2008 e s.m.i.) sancisca che "Nell’ipotesi di distacco del lavoratore di cui all’articolo 30 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276(N), e successive modificazioni, tutti gli obblighi di prevenzione e protezione sono a carico del distaccatario, fatto salvo
l’obbligo a carico del distaccante di informare e formare il lavoratore sui rischi tipici generalmente connessi allo svolgimento delle mansioni per le quali egli viene distaccato."

Leggi tutto...

Una scheda di autovalutazione degli adempimenti ambientali

emissioniIl Testo Unico Ambientale abbraccia al suo interno in un solo testo normativo aspetti ambientali disparati quali: valutazione ambientale strategica (VAS), valutazione dell'impatto ambientale (VIA) e per l'autorizzazione integrata ambientale (IPPC), autorizzazione integrata ambientale (AIA), difesa del suolo e lotta alla desertificazione, di tutela delle acque dall'inquinamento e di gestione delle risorse idriche, gestione dei rifiuti e di bonifica dei siti inquinati, tutela dell'aria e riduzione delle emissioni in atmosfera.

In virtù di tale complessità l'individuazione, da parte del responsabile di un azienda, degli adempimenti previsti dalla vigente normativa in materia ambientale risulta sempre molto difficile.

Leggi tutto...

Sicurezza sul lavoro per gli studi associati di infermieri

infermiereLa Federazione Nazionale dei Collegi degli Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d’Infanzia (IP.AS.VI.) ha richiesto il parere della Commissione per gli Interpelli circa l'applicabilità della Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro agli studi professionali infermieristici.
Nel dettaglio le richieste riguardano:

  • la definizione di “lavoratore”;
  • l'individuazione del Datore di Lavoro;
  • l'eventuale applicazione del solo art. 21 del D.Lgs,81/2008 e s.m.i.;
  • la necessità di gestione dei rischi di interferenza presso le strutture esterne e/o presso il cliente.
Leggi tutto...

Macchine da piccola perforazione

macchine perforazioneUn nuovo documento pubblicato dall'INAIL e redatto dal "Dipartimento Innovazioni Tecnologiche e Sicurezza degli Impianti, Prodotti ed Insediamenti Antropici" illustra i mutamenti introdotti dalle nuove norme della serie EN 16228, pubblicate in Gazzetta Ufficiale a febbraio 2015.
Tali norme, sotituiscono la EN 791, specifica per le perforatrici, e la EN 996, dedicata alle apparecchiature per palificazione, introducendo per le perforatrici significative importanti innovazioni dal punto di vista costruttivo,
con riflessi particolarmente rilevanti in particolare sulle perforatrici per diametro non superiore a 350 mm, normalmente di dimensioni relativamente piccole.

Leggi tutto...

SISTRI: nuovo testo unico

SistriPubblicato in Gazzetta Ufficiale il 24 maggio del 2016 il Decreto n. 78 del 30 marzo 2016 "Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell'articolo 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152."

Il Decreto entrerà in vigore l 8 giugno 2016 e sostituisce il DM n.52 del 18 febbraio 2011 «Regolamento recante istituzione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, ai sensi dell’articolo 189 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e dell’articolo 14 -bis del decreto-legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2009, n. 102».

Leggi tutto...

Fornitura di calcestruzzo: quali adempimenti per la gestione delle interferenze?

fornitura cementoCon la nota n. 2597 del 10 febbraio 2016 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito importanti chiarimenti in merito alla necessità/obbligo di redazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS) o di partecipazione al Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza (DUVRI) da parte delle aziende che si occupano della fornitura di calcestruzzo in cantiere.

Il punto di partenza è rappresentato dall'art. 96 "Obblighi dei datori di lavoro, dei dirigenti e dei preposti" del Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro il cui comma 1 sancisce l'obbligo per "I datori di lavoro delle imprese affidatarie e delle imprese esecutrici, anche nel caso in cui nel cantiere operi una unica impresa, anche familiare o con meno di dieci addetti" di redigere "il piano operativo di sicurezza di cui all’articolo 89, comma 1, lettera h)" precisando tuttavia al comma successivo che tale obbligo "non si applica alle mere forniture di materiali o attrezzature. In tali casi trovano comunque applicazione le disposizioni di cui all’articolo 26."

Leggi tutto...

La formazione dei lavoratori in modalità e-learning

formazione e-learning lavoratoriLa Commissione per gli Interpelli risponde ad un quesito formulato da Assobiomedica in merito alla possibilità di poter effettuare la formazione specifica dei lavoratori in modalità e-learning o comunque tramite strumenti che consentano l'integrazione seppur a distanza - tra docenti e discenti.

Leggi tutto...

Nuova classificazione della formaldeide: cosa cambia?

formaldeide freeDal 1° gennaio 2016, in conformità a quanto stabilito dal Regolamento (UE) N. 605/2014 recante “modifica, ai fini dell’introduzione di indicazioni di pericolo e consigli di prudenza in croato e dell’adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele”, la formaldeide, classificata in origine quale "sospetta cancerogena", muta la sua classificazione e rientra nella classe "Cancerogeno 1B" ovvero sostanza per le quale sono noti effetti cancerogeni sulla base di studi condotti sull’uomo e sostanze per le quali si presumono effetti cancerogeni per l’uomo sulla base di studi condotti su animali.

Leggi tutto...

POS e imprese di nuova costituzione

POSCon l'interpello n. 3/2016 la Commissione per gli Interpelli del Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali risponde ad un quesito formulato dalla Federcoordinatori (Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza) in merito alle tempistiche di redazione del Piano Operativo di Sicurezza per le aziende di nuova costituzione.

Leggi tutto...

Nuova proroga per il SISTRI

ministero ambienteCon il decreto Milleproroghe 2016 l'applicazione del SISTRI slitta ancora di un anno.

Il Decreto Legge n. 210 del 30 dicembre 2015, con l'articolo 8, trasla al 31 dicembre 2016 il termine per l'adeguamento al Sistema Informatico di Tracciabilità dei Rifiuti, estendendo di fatto a tutto il 2016 il periodo del cosiddetto "doppio binario". Nel corso del 2016 infatti sarà necessario continuare ad applicare i tradizionali strumenti cartacei per la gestione e registrazione dei rifiuti quali formulari, registri di carico e scarico e MUD, affiancando altresì gli strumenti informatici introdotti con il SISTRI.

Leggi tutto...

SISTRI - Pagamento contributo annuale 2016

ministero ambienteScade il 30 aprile 2016 il termine per il vesramento del contributo annuale relativo al 2016 ai fini della copertura degli oneri derivanti dalla costituzione e dal funzionamento del sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti.
Sono tenuti al pagamento del contributo annuo esclusivamente i soggetti obbligati all'iscrizione al SISTRI ed i soggetti che vi aderiscono.

Leggi tutto...

Ambienti confinati e settore navale

cantiere navaleCon l'interpello n.10/2015 Confindustria intende conoscere il parere della Commissione degli Interpelli in merito all'applicabilità della specifica normativa in materia di ambienti sospetti di inquinamento o confinati al settore della manutenzione, riparazione e trasformazione navale.

Nel dettaglio si sottolinea come il DPR 177/2011 "Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinanti, a norma dell'articolo 6, comma 8, lettera g), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81" sia applicabile esclusivamente ai lavori che si svolgano in ambienti di cui agli articoli 66 - ambienti sospetti di inquinamento - e 121 - scavi in cui vi sia possibile presenza di gas - del testo unico in materia di sicurezza sul lavoro nonchè a vasche, canalizzazioni, tubazioni, serbatoi, recipienti e silos (punto 3 allegato IV del citato D.Lgs.); pertanto la citata normativa non sarebbe applicabile alle diverse attività in ambito portuale.

Leggi tutto...

Gestione delle emergenze ed organizzazione aziendale

ferroviarioLa Commissione per gli Interpelli, con l'interpello n.2/2016 fornisce un interessantissimo orientamento sul sempre difficile rapporto tra modello organizzativo aziendale funzionale all'erogazione dei servizi offerti e modello organizzativo necessario alla gestione delle emergenze.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha formulato istanza di interpello sulla corretta applicazione del DM n.19 del 24 gennaio 2011 “Regolamento sulle modalità di applicazione in ambito ferroviario, del decreto 15 luglio 2003, n. 388, ai sensi dell'articolo 45, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.” il quale sancisce che i gestori delle infrastrutture e le imprese ferroviarie, coordinandosi fra loro e con i servizi pubblici di pronto soccorso, predispongano procedure operative per attuare uno specifico piano di intervento che preveda per ciascun punto della rete ferroviaria le modalità più efficaci al fine di garantire un soccorso qualificato nei tempi più rapidi possibili anche per il trasporto degli infortunati.

Leggi tutto...

L'aggiornamento del formatore per la salute e la sicurezza sul lavoro

formazione SSLIl Decreto Interministeriale del 6 marzo 2012 individua le modalità con le quali il formatore-docente debba aggiornarsi definendo che "Ai fini dell’aggiornamento professionale, il formatore-docente è tenuto con cadenza triennale, alternativamente:
- alla frequenza, per almeno 24 ore complessive nell’area tematica di competenza, di seminari, convegni specialistici, corsi di aggiornamento, organizzati dai soggetti di cui all’articolo 32, comma 4, del D.Lgs. n. 81/2008 s.m.i.. Di queste 24 ore almeno 8 ore devono essere relative a corsi di aggiornamento;
- ad effettuare un numero minimo di 24 ore di attività di docenza nell’area tematica di competenza."

Leggi tutto...